in collaborazione con
Nyberg
Edizioni CR
La prima banca dati di diritto dell'internet e dell'informatica che si aggiorna grazie al contributo dei suoi visitatori
Scint.it ScintLex.it
Home      E-mail         


SC
iNTLEX
rappresenta la prima banca dati italiana sul Diritto della Società dell'Informazione e chiunque vi abbia interesse può, non solo accedervi e consultare il materiale, ma anche collaborare in prima persona.

 Come?

Chi lo desiderasse può partecipare alla raccolta del materiale, inviando articoli, notizie e/o approfondimenti sul Diritto dell'ICT che reputasse utili e interessanti.

Apportando il proprio contributo si entrerà a far parte del team di volontari esperti del settore, impegnati a trasformare tale database in un indispensabile e sempre aggiornato vademecum telematico per professionisti, imprenditori e amministratori.
Per collaborare è necessario inviare il proprio CV all'indirizzo e-mail: info@scintlex.it.

A selezione avvenuta, il neocollaboratore riceverà UserID e Password d’accesso, che gli consentiranno di inserire direttamente, nella banca dati, il materiale prevalentemente legislativo e giurisprudenziale da lui individuato. Si potranno accettare anche contributi dottrinali che riceveranno però una severa verifica da parte del comitato di redazione. In ogni caso, tutti i documenti inviati saranno comunque accuratamente verificati e selezionati dalla nostra redazione, prima di essere resi visibili sul sito.

^^^^

Ecco alcune regole a cui vorremmo ci si attenesse per la redazione dei testi destinati alla pubblicazione su SCiNTLEX.

Chi intendesse collaborare è, dunque, invitato a rispettare scrupolosamente le prescrizioni di seguito indicate. 

1)      Dimensione degli articoli  

-         Notizie, articoli o approfondimenti dovranno avere un numero di caratteri compreso tra i 10.000 e i 15.000;  

-         Per i documenti necessariamente più lunghi di testi legislativi o giurisprudenziali, si dovrà procedere in questo modo: 

q       nella sezione "inserisci notizia", si dovrà riempire lo spazio "titolo" con l'intestazione della legge o della sentenza;

q       lo spazio "sommario" con la breve indicazione dell'oggetto della legge cui si fa riferimento;

q       nello spazio "testo" si dovrà riportare il testo della legge con l'indicazione dell'argomento, (ricordandosi naturalmente di indicare sempre la fonte) e si potrà quindi allegare l'intero documento in formato .RTF o .PDF;

q       IMPORTANTE: nello spazio "inerisci data" ci si dovrà preoccupare anche di inserire la data del provvedimento richiamato

E’ sempre utile visionare con attenzione come sono stati inseriti gli altri documenti già presenti sul sito prima di provare ad inserirne di nuovi. In questoi modo sarà più semplice attenersi alle regole formali del sito. Dopo aver effettuato l’inserimento è utile ritornare sulla notizia e verificarne la corretta formattazione.  

-         Categoria"Legislazione" o "Giurisprudenza": verificare comunque la formattazione dei documenti già inseriti, prima di inserirne di nuovi. 

-         Categoria "Dottrina": saranno selezionati ed accettati dal comitato di redazione solo articoli brevi (max 10.000-15.000 caratteri), che abbiano contenuti recenti, che siano testi originali e, perciò, non pubblicati altrove, aventi preferibilmente taglio giornalistico. In ogni caso, è opportuno evitare l'inserimento di note redazionali e qualsiasi tipo di formattazione. 

2)      Ortografia

-         Uso delle maiuscole: l'ortografia italiana impone che la maiuscola si usi solo all'inizio di periodo, dopo un punto fermo, esclamativo o interrogativo, o per indicare nomi propri. Si usa anche per indicare istituzioni o alte cariche, solo quando il riferimento è alla funzione istituzionale. 

-         Sigle e abbreviazioni: le sigle vanno scritte preferibilmente in tutte lettere maiuscole e senza punti, ad eccezione delle abbreviazioni di uso comune nei testi giuridici. 

-         Punteggiatura: i segni di interpunzione sono uniti alla parola che precede e separati da uno spazio dalla parola che segue. Le parentesi e le virgolette sono unite al testo che racchiudono e separate da uno spazio dal testo circostante. Il segno di interpunzione, di regola, segue la chiusura della parentesi o delle virgolette. I trattini, invece, hanno lo spazio prima e dopo e non sono attaccati alle parole che racchiudono. Inoltre, non è necessario andare a capo ad ogni punto fermo né saltare una riga ad ogni a capo.

 3)      NOTA BENE 

Tutte le volte che si è inserito un nuovo documento o articolo nell'apposita sezione "inserisci notizia", si dovrà aver cura di inviare al ns. indirizzo e-mail info@scintlex.it una comunicazione che ci avvisi dell'avvenuto inserimento, in modo da poter verificare al più presto tutto il materiale a ns. disposizione. In questo modo, avvalendoci della collaborazione puntuale e rispettosa delle regole indicate del Comitato di Redazione, saremo in grado di offrire e di garantire l'esistenza di una prima banca dati indispensabile ormai a tutti gli esperti e i curiosi del mondo delle nuove tecnologie!  

^^^EVITATE “copia-incolla” di testi molto formattati perché rendono difficile l’inserimento sul sito. E’ sempre possibile allegare il documento in formato .pdf e descriverlo semplicemente in sintesi per velocizzare l’inserimento^^^

ScintLex.it

Centro Studi & Ricerche SCiNT Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Sostitutiva Master in internazionalizzazione e e-business Convegno Circolo Giuristi Telematici Studio Associato D&L dirittodautore scintlex SCiNTinform Circolo dei Giuristi Informatici LavoroPrevidenza.com Studio Legale Lisi
 Sito fondato da Andrea Lisi
© Copyright 2018 - ScintLex.it - Tutti i diritti riservati